Progetto “Libriamoci: Un mondo da amare”. Incontro con l’autore.
Incontro degli alunni della scuola media di Santa Margherita con lo scrittore Enzo Randazzo per la presentazione del Premio Navarro.
Giorno 11 Febbraio 2017 lo scrittore sambucese Enzo Randazzo ha incontrato le classi prime e seconde della scuola media dell’Istituto Comprensivo Statale “G. Tomasi di Lampedusa” di Santa Margherita di Belìce, allo scopo di far conoscere alle giovani generazioni la figura peculiare dello scrittore siciliano Emanuele Navarro della Miraglia, nato anch’egli a Sambuca di Sicilia nel 1838,
presentando il “Premio Navarro”, istituito da una quindicina di anni in suo onore e giunto ormai alla sua IX Edizione. Questo grande scrittore dell’800, poco noto ed apprezzato, fu autore di tante novelle come “Storielle siciliane”, “Donnine”, “La vita color di rosa” e del romanzo “La Nana”, rivelatosi dopo tanti anni dalla sua pubblicazione (1879), un piccolo capolavoro, che descrive in
modo realista l’ambiente siciliano e la dura realtà di quel periodo. L’interesse di Enzo Randazzo per questo scrittore ha origini lontane, risale difatti ai suoi studi universitari, avendo dedicato a Navarro proprio la sua tesi di laurea e continua ancora oggi, tanto che recentemente “La Nana” è stata messa in scena presso il teatro “L’Idea” di Sambuca di Sicilia, con la regia di Enzo Randazzo.
Gli studenti hanno mostrato interesse e curiosità verso questo scrittore di cui poco o nulla conoscevano, ma che hanno sentito subito vicino a loro, immedesimandosi alcuni nella storia d’amore della protagonista Rosaria Passalacqua verso il ricco Pietro Gigelli. Il romanzo è quindi un’opera attualissima, in quanto si dichiara contro il femminicidio, dal momento che ripudia la soluzione del delitto d’onore, tanto cara alla letteratura di quel periodo. Sicuramente questo incontro rappresenta per i giovani studenti un grande stimolo alla lettura, alla conoscenza e valorizzazione di autori e scrittori siciliani che, in quanto tali, sono molto vicini a noi, alla nostra mentalità e alle nostre tradizioni. Inoltre, questo progetto si inserisce nel complesso delle attività promosse dal
Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “G.Tomasi di Lampedusa”, Girolamo Piazza, che ha il merito di promuovere e portare avanti valide ed interessanti iniziative culturali di tal genere.